Il cervello è il centro di tutto

News 30 agosto 2015 16:05

Il Cervello

Il cervello, anche durante le Lezioni di Yoga è il centro di tutti i sensi: più i sensi sono tesi e percettivi, più il cervello è penetrante; il cervello è anche il centro della memoria, del già vissuto, è il magazzino dell’esperienza, della conoscenza, della tradizione.

Di conseguenza è limitato, condizionato. Le sue attività sono programmate, meditate, ragionate.

Esso funziona dunque nella limitazione, nella dimensione spazio-temporale. Soltanto quando sarà purificato dai condizionamenti potrà contenere ciò che è completo, full. Questa completezza è olistica.
L’evoluzione del cervello partirà sempre da una causa, da una reazione; per quanto evoluto, intelligente, tecnicizzato, rimarrà sempre nei confini dello spazio-tempo.

L’immaginazione e l’illusione distorcono l’osservazione chiara.

L’illusione esisterà sempre fintanto che persiste l’impulso a prolungare il piacere o a evitare il dolore, il desiderio delle esperienze piacevoli da prolungare o ricordare, la tendenza a fuggire il dolore e la sofferenza.

L’una e l’altra nutrono l’illusione.

Per spazzare via del tutto l’illusione bisognerebbe comprendere il piacere e il dolore, non controllarli o sublimarli, identificarsi in essi o negarli….

Soltanto quando il cervello è quieto può esservi retta osservazione.

La distruzione di tutti i meccanismi e di tutte le difese psicologiche è fondamentale. Senza questa demolizione delle barriere psicologiche non può esserci creatività.

E’ solo nella libertà che può realizzarsi la creazione.

Nessuno, tranne noi stessi, può distruggere queste difese e ciò può avvenire solo attraverso la consapevolezza […]

Il cervello è il centro di tutto ultima modifica: 2015-08-30T16:05:33+00:00 da Luca Postacchini

Lascia un commento

richiesto

richiesto

facoltativo


Scorri in alto